lunedì 30 novembre 2015

rochi orror piciu sciov

Marco Lincetto
 
SLY FOREVER!
Una delle più grandi scene del cinema di tutti i tempi, con il mio più grande "eroe" cinematografico! Colonna sonora immensa!
Il prossimo luglio percorrerò quella scalinata con quella musica nelle orecchie come colonna sonora!
Rocky - Corsa finale sulla scalinata di Philadelphia
SI NARRA, mi si racconta, che straordinari sound engineer, favolosi musical producer, vadano in giro per il mondo a dir di sè di essere il "numero 1", concionando anche su presunte "serie A" e "serie B" del grande agone musicale...
Che posso dire io? Nulla, se non restare seduto in riva al fiume... E aspettare...




non restare seduto.............buttati....metterai fine alle tue sofferenze e soprattutto a quelle dei tuoi parenti




metto anche il conmento del piu' avido mangiamerda in circolazione..cosi' tanto per rienpire la pagina

Alfredo Di Pietro Di solito chi fa questo tipo di dichiarazioni non ha un gran valore, a priori. La gente davvero in gamba non si vanta, ma lascia che sia il proprio operato a parlare per lui.
 
 
 
 
e infatti il lincetto non e' uno che si vanta....va' solo in giro a dire di essere uno dei 5 mischiatori piu' meglio del universo.........oltre a credersi napoleone, giuglio cesare, iuri gagarin  , pietro il glande, Giuseppe il falegname  e maria beatrice di savoia ... a seconda del suo stato mentale e della fame..........hahahahahhahhahahahhahhahhahahahah

traversine aguzze per culi raffinati

Bebo
Posts: 25,640Administrator, Redazione
    Il massello, su grand superfici, tende a muoversi ( tende a muoversi comunque, ma le Minima, le Parva, le Electa stesse, erano fatte con quei chilometri di traversine che Franco aveva acquistato da una ferrovia dismessa, legno che non si sarebbe mosso più nemmeno in caso di terremoto, e comunque compattato su superfici piccole e con incastri a prova di bomba. Tali superfici non avevano, per loro natura, problemi di rimbombi. Ma il materiale assorbente c'era comunque.
E poi navi e barche devono andare per mare, non devono evitare vibrazioni spurie, soprattutto non devono suonare
 
 
ovvero legno inzuppato di ogni genere di rifiuti tossici................piscio, merda, oglio, polvere di metalli vari.........................hahaahahahahahahahahahhahahahahhaha
 prticalmente sta' dicendo che i citofoni piu' amati dai itagliani e non solo erano fatti con legno tossico di recupero ahhahahahahahahaa
 
 
 
 

anal afra70

analafra70 (November 30 03:02PM )
Posts: 5,476Industry
La cosa che dicevo nell'altro 3d è invece che in effetti la macchina si deve abituare a un eventuale cambio di voltaggio. Me l'ero dimenticato perchè sono passati diversi anni, ma qualdo le feci l'apparecchio sembrava irriconoscibile tanto suonava peggio. Poi col tempo si è aggiustato tutto da solo. Credo che fosse dovuto al fatto che da un ramo del trafo non era mai passata corrente.
 
 
 
 
 
 

dona 1 euro adotta anche tu un inculato a distanza

furtoetruria.jpg

Le vostre immagini (9) su: #ilpdtifrega


immagine Estratto conto di un piccolo risparmiatore di Banca Etruria prima e dopo il decreto Salva Banche del governo Pd: da 92.000 a 400 euro in una notte
"Il contatto diretto. Il rapporto di fiducia con il cliente, il correntista che molto spesso è anche obbligazionista o socio e che ti affida i risparmi di una vita. Il sostegno alle piccole imprese, con l’elasticità e la comprensione per i momenti di difficoltà. Sono queste le qualità e le ragioni di esistere che di solito caratterizzano una banca popolare. Tutto cancellato con un tratto di penna dal governo Pd. Domenica scorsa, quasi alla chetichella, in un decreto che probabilmente sarà pure “affondato” nel mare magnum della Stabilità, in modo che possa viaggiare a fari spenti.
VIDEO Come funziona il Bail In per salvare le banche

Il Pd salva i banchieri e brucia i risparmi dei piccoli soci
Il “salva-banche” è un grande favore a quattro istituti (ripuliti dai crediti deteriorati) e soprattutto a chi li comprerà fra poco tempo. Mentre i loro azionisti e gli obbligazionisti subordinati vedono scomparire i propri risparmi. Chi aveva comprato bond meno garantiti dei cosiddetti “senior” ha visto sparire in un attimo 788 milioni di risparmi complessivi, mentre anche 150mila grandi e piccoli soci dei quattro istituti hanno visto andare in fumo almeno 2 miliardi di risparmi.
92.000 euro di risparmi scomparsi in una notte
Per Banca Etruria, una delle quattro salvate, è un bagno di sangue. La Popolare, governata anche dal papà del ministro Boschi e governata così bene da essere poi commissariata, aveva emesso circa 300 milioni di euro in bond subordinati. La perdita media è di 20.000 euro per cliente.
Tra gli acquirenti anche l’anziana Iunchita Elisei, 85enne di Fabriano, malata di Alzheimer. Una vita di lavoro le aveva fruttato 92mila euro di sudati risparmi, malauguratamente investiti nell’istituto di papà Boschi. Con quel tratto di penna, il governo Pd ha incenerito tutto e le ha lasciato la miseria di 473 euro (come visibile nella foto in alto) che suonano come una presa in giro.
Pagano tutto i piccoli risparmiatori
Il governo Pd strombazza l’addio all’epoca dei salvataggi bancari fatti a carico dei contribuenti (bail-out). E magnifica il passaggio all’era della responsabilità diretta delle banche sui loro conti (bail-in). Peccato che lo stesso esecutivo abbia fatto di tutto (e di corsa) pur di perfezionare questa operazione in anticipo sul primo gennaio 2016, data in cui entrerà in vigore in pieno il nuovo meccanismo, con il coinvolgimento anche degli investitori più tutelati e dei grandi correntisti. Palazzo Chigi sa a cosa andiamo incontro?
Nel frattempo, hanno pagato tutto i piccoli soci e risparmiatori, che spesso sono gli stessi correntisti indotti dai manager bancari della porta accanto a diventare pure azionisti o obbligazionisti. E che quasi sempre hanno scelto di farlo sulla fiducia, ignari delle condizioni reali della loro banca.
In attesa che scocchi il primo gennaio, l’asimmetria informativa è una piaga che non si sana in qualche settimana (per giunta con le festività natalizie di mezzo). Lo ha denunciato persino la Consob che ha chiesto in tal senso di modificare i contenuti della ratifica della normativa Ue e che richiama le banche alle loro responsabilità in termini di trasparenza.